Udinese - Milan | #PrePartita


Per il Milan, che ha affrontato nel giro di pochi giorni le due genovesi e ha conquistato due vittorie importanti, per il morale, il gioco, la squadra e la classifica, visto che è stato raggiunto il 4° posto che ora dovrà essere difeso fino a fine campionato dalle avversarie dirette come Lazio, Fiorentina e Roma per poter tornare almeno in Champions League, che per blasone, storia e palmares, deve essere la casa dei rossoneri, arriva una sfida di campionato.



La squadra sta lavorando per la prossima partita, anche se sono stati persi dei giocatori importanti come Caldara, che ha subito uno stop di 3 mesi per uno strappo al polpaccio e Biglia che dovrà stare fermo per 2 mesi, e quindi nelle prossime partite si dovrà fare di necessità virtù recuperando l'ex capitano Montolivo, finalmente abile e arruolato, l'acquisto estivo Bakayoko, finora mai decisivo, se non in negativo, e quasi sempre spaesato, e forse arretrando Calhanoglu, quasi alla Pirlo, in quella che era l'idea estiva di mister Gattuso e finora mai sperimentata. 
Nel frattempo la società è al lavoro per intervenire nel mercato di riparazione di gennaio pur di tappare le falle nella rosa e consentire alla squadra di lottare per il raggiungimento degli obiettivi prefissati, il tutto nel rispetto dei parametri UEFA, anche perchè il Milan verrà giudicato nelle prossime settimane per la violazione dei parametri del Financial Fair Play. 
In tutto questo, la squadra farà visita all'Udinese, Domenica 4 Novembre alle ore 20.30 alla Dacia Arena per il posticipo dell'undicesima giornata di Serie A, con diretta esclusiva sui canali calcio e sport di Sky. 
A dirigere la sfida di Udine, sarà il signor Di Bello della sezione di Brindisi, che ha diretto finora 6 partite del Milan con un bilancio di 3 vittorie rossonere, 1 pareggio e 2 sconfitte. Non ha mai diretto questa partita, ed è alla prima direzione stagionale col Milan
La squadra arbitrale sarà composta anche dai signori Marrazzo e Bottegoni come assistenti di linea, Giacomelli come 4° uomo, Fabbri e Tolfo al VAR. 
Fra Milan e Udinese, sarà la sfida numero 95, e finora in Friuli sulle 47 partite giocate bilancio quasi in parità con  14 successi del Milan e 15 dell'Udinese, più 18 pareggi. 
Lo scorso anno la sfida finì 1-1 coi gol di Suso e con l'autogol di Gigio Donnarumma, col Milan che negli ultimi anni ha sempre faticato, difatti nelle precedenti 5 sfide ne ha vinta solo 1, nel 2015 e perso le altre 4.
Nelle ultime sfide in campionato tra casa e trasferta, però, bilancio in perfetto equilibrio con 2 successi a testa e 2 pareggi nelle ultime 6 sfide giocate fra le due squadre. 
Udinese, che è un pò in crisi perchè nelle ultime 5 partite di campionato ha raccolto solo 1 punto e subito sempre almeno 2 gol a partita, problema che riguarda pure il Milan, che ha vinto le ultime due partite giocate, ma ha sempre subito gol da 16 partite a questa parte e non riesce a chiudere una partita con la rete inviolata. 
Uno solo l'ex in campo fra le due squadre, e cioè l'attuale rossonero Cristian Zapata, che ha giocato tra i bianconeri friulani per diverse stagioni. 
In campo, invece, per l'Udinese mister Velazquez si schiera col 3-5-1-1 con Musso in porta, Opoku, Troost-Ekong e Samir in difesa, Pussetto, Fofana, Mandragora, Barak e Larsen a centrocampo, De Paul dietro a Lasagna in attacco..
Per il Milan, qualche problema di formazione per mister Gattuso, che dovrà fare a meno di Caldara e Biglia, oltre a Calabria, Bonaventura e Calhanoglu che non hanno ancora recuperato dagli acciacchi e che quindi saltano la sfida, e rossoneri in campo col 4-4-2 con Gigio Donnarumma tra i pali, Abate, Zapata, capitan Romagnoli e Rodriguez in difesa, Suso, Bakayoko, Kessiè e Laxalt a centrocampo, Higuain e Cutrone in attacco. 


Manfredi Restivo
Amazing Milan

Nessun commento:

Posta un commento