Caro Babbo Natale...

Caro Babbo Natale,
sì, mi rivolgo a te perchè abbiamo bisogno di una magia, di quelle forti, in grado di squarciare la nube nera che si è abbattuta su San Siro in questa maledetta stagione rossonera.

Dopo il match contro l'Atalanta, un'altra sconfitta dopo la terribile prestazione contro il Verona, non facciamo altro che piangere. Tutto ciò che stiamo vedendo va oltre ogni peggior incubo. Fatichiamo a vedere la luce in fondo al tunnel. Il mondo rossonero è depresso, eppure noi (masochisti?) continuiamo a osservare lo scempio cui vanno incontro i nostri colori.

Mister Gattuso non è riuscito a far cambiare rotta alla squadra plasmata da mister Montella. Il risultato è sotto gli occhi di tutti. Ci vergogniamo ad assistere a queste figuracce. E non che le precedenti stagioni siano state migliori, ma ci aspettavamo semplicemente di più che 24 punti conquistati nel girone di andata. Ci aspettavamo dei giocatori agguerriti e non conigli impauriti. Ci aspettavamo una dirigenza in grado di far fronte alle avversità. Ci aspettavamo un nuovo presente glorioso. Nulla di tutto ciò. 

Faccio fatica a spiegarmi un tale rendimento se si considera il valore degli undici scesi in campo. Come è possibile che i vari Biglia, Kessie, Bonucci, Musacchio, Rodriguez, Kalinic, Andrè Silva, sembrino le brutte copie dei giocatori ammirati nelle altre squadre? 

Ho voglia, a volte, di spegnere lo schermo, rannicchiarmi sotto l'acqua calda della doccia e piangere. Ogni settimana siamo vittime di stupro da parte di altre squadrette

Sì, i colori che indossano non bastano ad incutere timore agli avversari. Serve altro.

E allora cosa resta da fare se non interpellare la magia? A chi altri dovrei rivolgere le preghiere di un tifoso rossonero portavoce di un intero popolo depresso? Per queste frivolezze, francamente, ci sembra eccessivo interpellare l'Onnipotente. Eccoci qui, dunque, a scrivere questa letterina da mettere sotto l'albero e dentro il cuore di ognuno di noi.

Noi tifosi non chiediamo di vincere lo scudetto quest'anno, ma ti chiediamo di far un miracolo per far svoltare questa squadra verso un campionato quantomeno dignitoso. E che tu possa portarci anche della fortuna che, di sti tempi, sembra aver abbandonato il rossonero manto erboso di San Siro e, più in generale, la prima squadra di Milano

Abbiamo bisogno di una scintilla che ci aiuti a chiudere il campionato dignitosamente. Che questa scintilla possa essere anche una importante eredità per il futuro: che da quella si possa ripartire per ricostruire il nostro futuro e cancellare il passato più prossimo, ovvero gli ultimi sei anni. 

Che questa nuova proprietà possa essere anche migliore di quella di Berlusconi. Che quest'ultimo taccia sulle vicende del Milan perchè, se siamo arrivati a questo punto, la colpa è soprattutto sua. 

Che i tifosi smettano di contestare la squadra in un così delicato momento della stagione. Che si possa far bene o benissimo in Europa League e in Coppa Italia. 

 Che questo sia, davvero, l'ultimo anno di transizione. 

Facci uscire da questo terribile ed inenarrabile momento, insomma. Che il rosso e il nero tornino a rappresentare il fuoco e la paura degli avversari. Che si torni ad essere il Milan!   

Non dimenticare però la cosa più importante di tutte: non farci mai smettere di amare i nostri colori!

Tuo Andrea


E che questa mia letterina di Natale possa essere fatta propria da tutti i tifosi rossoneri. 
Arriveranno giorni migliori, coraggio!

Un abbraccio rossonero e tanti auguri di Buon Natale dalla Redazione di Amazing Milan!



Andrea Armando Sciascia
Amazing Milan 

Nessun commento:

Posta un commento