È frustrante

Pareggio più che deludente quello andato in scena contro l'Aek di Atene. La squadra rossonera è apparsa spenta, priva di motivazione, senza mordente, senza gioco. In pratica, il nulla assoluto, lo zero assoluto, il niente, il caos, tutto ciò che di brutto si può immaginare è stato messo in campo con una prestazione imbarazzante.

Si fa fatica a trovare delle note positive, che comunque non superano la sufficienza stentata come Bonucci e Montolivo, apparsi come gli unici a capirci qualcosa in questo momento buio. Il resto è noia: sbadigli, improperi di ogni tipo, e gli occhi dei tifosi speranzosi, ma poi volti alla ricerca di un cerone da dedicare a qualche altare vicino il Pireo. 

Questo Milan, nella terra degli dèi e degli eroi, ha fatto una magra figura tale da far sbellicare dalle risate l'intero popolo greco, l'Europa tutta e l'Italia in primis. Perchè, mentre i rossoneri non riescono a mettere insieme tre passaggi di fila e nemmeno un tiro in 45 minuti, l'Atalanta si ritrova al comando di un girone con Everton e Lione. Il Milan non è invece riuscito a chiudere il discorso qualificazione pareggiando per ben due volte con la squadra di Atene.

Oggi Montella è sembrato particolarmente in difficoltà: il mister oggi sta rischiando di farsi esonerare dopo una prestazione imbarazzante con deludente 0 a 0. Gli alibi e le scuse sono finite, il gioco invece non è mai cominciato e io, da dirigente, farei fatica a confermare un tale scempio. 

Certo, si aspetterebbe la sosta e quant'altro, ma sembrerebbe proprio che la strada sia segnata. E, sia chiaro, io non sarei d'accordo sul fare spazio ad un traghettatore perchè, in tal caso, preferirei ancora l'Aeroplanino. Però deve fare decollare tutta la squadra perchè è inammisibile che questo Milan sti facendo una magra figura dietro l'altra senza trovare il gol da più di un mese se si escludono le partite contro Inter e Chievo. 

Il tifoso continui a sostenere la squadra, sempre, SEMPRE! È giusto però notare che è imbrazzante anche continuare a guardare questo scempio. 
Personalmente ho sempre difeso Montella, ma, dopo una prestazione così anonima (badate bene che il primo posto nel girone non può accontentare questa dirigenza), i dubbi non possono assalire un animo frustrato, deluso e rassegnato come quello di ogni tifoso rossonero.

I cuori, però, siano sempre in alto! E con le strisce rossonere! Sempre!





Andrea Armando Sciascia
Amazing Milan

Nessun commento:

Posta un commento