Caro Gigio ti scrivo.. così mi distraggo un po'

Ti scrivo, anzi, il Milan ti scrive.. il Milan quello vero, del popolo rossonero con le sciarpe e le magliette più o meno originali, più o meno sbiadite, più o meno..

La stessa squadra che ha vissuto anni gloriosi e che, anche grazie a te, sta lentamente uscendo da un momento difficile, durato decisamente troppo a lungo. 
Il Milan che, per sapere quanto fa il Milan, una volta cercavamo la frequenza di Radio 1 nei luoghi più improbabili, mentre ora inseguiamo almeno un flebile segnale sullo smartphone per aggiornare il risultato!

Ma torniamo a noi, Gigio, fra non molto avrai l'esame di maturità, curiosamente a giugno, dopo che il Milan avrà appena finito il suo di anno scolastico.

Dire che la decisione che prenderai, rimanere legato alla maglia con cui sei cresciuto e per la quale hai spesso giurato amore o decidere di cambiare casacca è anch'essa una prova di maturità è retorico e, probabilmente, ingiusto nei tuoi confronti.

Ma, dire che questa scelta avrà conseguenze anche sulle speranze e sui sogni di un'intera comunità, questo si che va detto, e va detto chiaramente.



Quest'anno sulle spiagge sentiremo più di un ragazzino urlare "DONNARUMA!" mentre compie una parata importante su un tiro deviato all'ultimo da un'infima cunetta di sabbia. Da quanto tempo non si sentivano urla così spontanee e tanto calore per un ragazzo del Milan? Da quanto quei ragazzini dovevano scavare nel passato per urlare in spiaggia i nomi dei giocatori rossoneri?

In Inghilterra non ci sono spiagge Gigio, la Spagna è un mercato usa e getta e Torino, beh a Torino non posso nemmeno pensare..


Sono tra quelli che ti vedrebbero bene con una fascia sul braccio. Ad oggi, nessuno più di te se la merita. Ci hai fatto emozionare a Doha, ci hai regalato una vittoria liberatrice in campionato contro la Juve e hai protestato, pianto e fatto vedere più di una volta tutta la tua personalità con reazioni che non lasciano dubbi sullo spessore del futuro che ti aspetta. 
Si, quella fascia ti starebbe proprio bene, magari certificata sul campo dallo spirito di sacrificio che sarà necessario avere verso fine luglio, in qualche campo dell'Europa meno nobile..dove sarà necessario sporcarsi i calzettoni ed essere Squadra per riprendere lentamente possesso degli scenari internazionali, nostro habitat naturale.
Spero con tutto il cuore che queste non siano solo fantasticherie.


Se deciderai di cambiare casacca, il Milan andrà avanti comunque, dobbiamo dire anche questo. Ovvio, urleremo al tradimento molto più forte di altre volte e saremo delusi, molto delusi, ma poi, cicatrizzata la ferita, ci ricompatteremo e andremo avanti, come abbiamo sempre fatto. Ma, se resterai, il cammino sarà grande, su questo non ci sono dubbi. Oggi sei ammirato, domani sarai un idolo e un campione assoluto, reso tale anche dall'aver sposato una sola maglia e una sola fede, come solo l'elité dell'olimpo rossonero. Non si parla solo di sport, ma della possibilità di diventare la pietra miliare della ritrovata fiducia di un popolo, quello rossonero, che ha un cuore e una passione che mai troveresti altrove.

La maturità è vicina Gigio.. in bocca al lupo!



Lorenzo Vannucci
Amazing Milan

Nessun commento:

Posta un commento