Bologna 0-1 Milan | Le pagelle!

DONNARUMMA 6: Una tranquilla serata d'ordinaria amministrazione dopo gli errori commessi contro il Frosinone. 

CALABRIA 6,5: Il giovane terzino bresciano è preciso nelle chiusure difensive. Viene riproposto dopo le buone gare di inizio stagione. 

MEXES 6: Infonde tranquillità al reparto difensivo e sfiora un euro-gol che avrebbe ammutolito il Dall'Ara. 

ROMAGNOLI 5,5: Rischia tantissimo ad inizio gara per un contatto dentro l'area di rigore difensiva rossonera. Il suo rendimento cresce di colpi nella ripresa. 

DE SCIGLIO 5: E' difficile commentare le partite di De Sciglio. E' entrato in un loop negativo dalla quale è difficile uscirne. La sua fase difensiva è tremenda. In certe situazioni sembra che non si ricordi come si giochi a calcio. 


KUCKA 5 : Il giocatore slovacco è in grande sofferenza per tutto il match. Sarebbe fondamentale recuperarlo per la finale di Coppa Italia. (Dal 76' POLI s.v:)

MONTOLIVO 6: La sua partita è discreta. Tiene le redini del centrocampo rossonero con autorità. Convince dopo i disastri combinati con il Frosinone. 

MAURI 6: Il centrocampista italo-argentino da il suo contributo basato sulla corsa e sugli inserimenti. (Dal 56' BERTOLACCI 5,5: Entra a partita in corso e non riesce a dare il suo contributo. L'ex giocatore del Genoa non è stato capace di dare una svolta alla sua stagione.) 

HONDA 5: Il giapponese non è un trequartista e per la seconda volta consecutiva il suo match non è positivo. Errare è umano, perseverare è diabolico. (Dal 84' BOATENG s.v:

LUIZ ADRIANO 6,5: Si guadagna un prezioso calcio di rigore che regala la vittoria alla sua squadra. I restanti 90' minuti di gioco sono confortanti in vista degli impegni contro Roma e Juventus. 

BACCA 6: Realizza il calcio di rigore che mantiene vive le speranze europee dei rossoneri. 17 marcature in una stagione del genere sono un numero considerevole. 

BROCCHI 4,5: La prestazione della squadra è inqualificabile. Gli episodi, per una volta, sono girati dalla nostra parte ma i segnali in vista di Roma e Juventus sono inquietanti. Insistere sul 4-3-1-2 con Honda trequartista è da presuntuosi. Gli consigliamo di tornare al vecchio ma efficace 4-4-2 se vuole salvare il posto in vista della prossima stagione. Basta veramente poco per convincere i rivedibili gusti calcistici dell'attuale proprietà. 

Andrea Rastelli 
Amazing Milan 

Nessun commento:

Posta un commento