Sampdoria 0-1 Milan | Le pagelle!

DONNARUMMA 6: E' autore di belle parate che salvano il Milan in svariate circostanze. Da sempre l'impressione che sia molto difficile fargli gol. 

ABATE 6: Le sue sgroppate sulla fascia destra si concludono sempre nella stessa sciagurata maniera ovvero con cross che finiscono sempre in tribuna. Quantomeno la fase difensiva è accettabile. 

ALEX 6,5: E' bravo a marcare Quagliarella nel primo tempo. Nella ripresa amministra con tranquillità. 

ROMAGNOLI 6: Il giovane centrale difensivo romano ha ancora diverse difficoltà negli uno contro uno. In questa occasione se la cava ricorrendo al gioco d'anticipo. 

ANTONELLI 5: L'ex capitano del Genoa soffre tremendamente De Silvestri. Serata No. 


KUCKA 6,5: Lo slovacco è bravissimo nel recuperare palloni e a caricare emotivamente una squadra piatta. Imprescindibile se si vuol giocare in contropiede. 

BERTOLACCI 4: Prestazione orrenda, l'ennesima stagionale. Non riesce proprio ad essere a suo agio da mezzala e da mediano classico. (Dal 55' POLI 5,5: In 40' minuti di gioco si fa notare solamente per una stupida ammonizione per proteste.) 

MONTOLIVO 6: Viene posizionato davanti alla difesa nel ruolo da regista classico e se la cava con personalità. 

BONAVENTURA 6,5: Mezzo voto in più per l'assist decisivo a Bacca in occasione del gol, ma la sua partita non convince a pieno. Spreca numerosi contropiedi prendendo decisioni sbagliate. (Dal 88' BOATENG s.v:

BALOTELLI 6,5: Gioca una partita per la squadra ed è sempre il giocatore offensivo più attivo. La strada intrapresa sembra essere quella giusta. Altre 5 partite per guadagnarsi la conferma per la stagione 2016/2017. 

BACCA 6: Il gol vittoria lo salva da una prestazione piena di ombre. La "rabona" davanti al portiere della Samp è un gesto che ha provocato numerosi attacchi di colite ai tifosi rossoneri. 

BROCCHI 6: Il suo Milan gioca una partita a due volti: pessima nella prima frazione di gioco, discreta nella ripresa. Il gol annullato a Dodo cambia una gara che molto probabilmente avremmo perso. Il calendario (Carpi, Verona, Frosinone, Bologna e Roma) è tutt'altro che impervio. Gli chiediamo di mostrare dignità e di continuare a proseguire, se possibile, sulla falsariga del lavoro di Mihajlovic, a nostra avviso esonerato ingiustamente. 

Andrea Rastelli
Amazing Milan

Nessun commento:

Posta un commento