Milan 0-0 Carpi | Le pagelle!

DONNARUMMA 7: Ad ogni partita ci chiediamo se abbia davvero 16 anni. E' protagonista nel finale di gara di una parata pazzesca che evita l'ennesima figuraccia stagionale. Può diventare uno dei migliori portieri della storia del Milan. 

ABATE 6,5: Il terzino campano sfodera un' ottima prestazione in entrambe le fasi di gioco. Prova a lottare fino all'ultimo secondo. 

ALEX 6: In difesa è autore della classica partita senza incertezze, nel finale si butta in avanti da attaccante aggiunto ma non riesce a trovare la via del gol. 

ROMAGNOLI 6: Aiutato dal compagno di reparto vive finalmente una serata tranquilla. 

ANTONELLI 5: In grandissima sofferenza per tutta la partita. Le occasioni principali del Carpi provengono sempre dal suo lato. 


MONTOLIVO 4,5: Al 90' minuto regala un pallone sanguinoso a Crimi che poteva costare carissimo. Prestazione insufficiente. 

POLI 4,5: L'ex centrocampista della Sampdoria mostra sempre tante lacune quando c'è da costruire gioco. Il calcio "vero" è un'altra cosa. (Dal 80' LOCATELLI s.v:)

BONAVENTURA 5: Nel ruolo di mezzala va in confusione e non riesce ad accendere la luce del gioco rossonero. In difficoltà per tutti i 90' minuti. 

BOATENG 3: La sua partita è orrenda ed è altamente lontana da quella di un normale calciatore professionista. Non è presentabile fra le riserve, figuriamoci tra i titolari. (Dal 61' MAURI 6: Entra nel match con l'atteggiamento giusto e sfiora il gol nel finale. Il suo debutto in campionato è positivo.) 

BACCA 6: Nel primo tempo è il calciatore che crea più problemi alla difesa del Carpi. Nella ripresa viene sostituto e sostanzialmente finisce la fase offensiva del Milan. (Dal 69' MENEZ 4: Cambio sprecato. 20' minuti di nulla assoluto.)

BALOTELLI 4: Bisognerebbe chiamare "The Mentalist" per spiegare la partita di Balotelli. Tre passi indietro dopo le ottime gare contro Juventus e Sampdoria. Capire cosa passi per la testa del calciatore bresciano è sempre un bel mistero. 

BROCCHI 4: Sbaglia praticamente tutto. Dalla formazione iniziale, passando per l'insistenza nei confronti di un ex giocatore come Boateng, terminando con il cambio punitivo per Bacca. In due partite ha già ampiamente dimostrato di non essere pronto per allenare in Serie A. Siamo curiosi di scoprire cosa si inventerà per non uscire con 6 punti dalle temibili partite contro Verona in trasferta (quasi matematicamente retrocesso) e Frosinone in casa. 

Andrea Rastelli 
Amazing Milan

Nessun commento:

Posta un commento