Milan 2-1 Empoli | Le pagelle!

DIEGO LOPEZ 6: E' un po' incerto nella circostanza del primo gol di Saponara. Per il resto amministra la squadra con autorità. 

DE SCIGLIO 5: Un passo indietro rispetto la buona prova di Firenze. Commette un errore di posizione sul gol toscano. Incerto in fase difensiva. 

ZAPATA 6: La chiusura su Pucciarelli a metà del secondo tempo è provvidenziale. In crescita. Una delle poche note positive della serata. 

ROMAGNOLI 6: In fase d'impostazione del gioco soffre tanto la pressione dell'Empoli. E' continuamente sovraesposto a causa di un centrocampo che fa acqua da tutte le parti. In generale la sua prestazione è sufficiente. 

ANTONELLI 5,5: Buoni spunti in fase offensiva alternati ad amnesie in quella difensiva. Ci attendiamo da lui un rendimento maggiore.

DE JONG 5: E' un equivoco tattico. Il suo ruolo di regista penalizza tutta la squadra. Riproporlo in quel ruolo, dopo i disastri della stagione 2014/2015, è criminoso nei confronti del gioco del calcio. La nostra stagione passa dalla risoluzione di questo caso. 

BERTOLACCI 4,5: San Siro non è Marassi e quando il pubblico ti mira devi avere una spiccata personalità per poterne uscire indenne e lui sembra proprio di non possederne un briciolo. La mezzala non è il suo ruolo e si vede per tutta la partita. (Dal 83' POLI s.v:)

NOCERINO 4: 90 milioni spesi sul mercato e ci ritroviamo titolare un giocatore sostanzialmente finito per certi livelli. Atteggiamento deprecabile. Non lo vogliamo più vedere nel Milan. (Dal 46' KUCKA 5: Prestazione mediocre, in linea con le qualità mostrate con la maglia del Genoa. Il suo acquisto è l'ennesima presa in giro dell'amministratore delegato rossonero.)

SUSO 5,5: Alza un po' la media rispetto ai suoi colleghi di reparto. Qualche buono spunto nel deserto rossonero. (Dal 53' BONAVENTURA 6: Mostra personalità e realizza un bel corner. Serve poco per essere meglio di qualche centrocampista del Milan.) 

BACCA 6,5: L'attacco della profondità è una sua caratteristica e mostra tutte le sue abilità nell'azione del primo gol. Giocatore "da Milan" come intendiamo noi. 

LUIZ ADRIANO 6,5: Mezzo voto in più per il gol che vale la vittoria. Ci auguriamo che la sua rete non sia una effimera illusione di fine estate. E' molto bravo nel cercare il dialogo offensivo con Bacca. 



MIHAJLOVIC 5,5: Gli diamo mezzo voto in più per aver avuto l'onestà intelletuale di dire le cose come stanno nel post-match. Il suo Milan fa schifo, ma le colpe principali non sono sue. Certamente ci aspettavamo una squadra molto più garibaldina in queste 2 partite e l'atteggiamento non è stato minimamente all'altezza. Il derby sarà il primo crocevia fondamentale per il suo destino. 

SOCIETA' s.v: Ci siamo stufati di aspettare. Trovarsi al 30 agosto con Nocerino e Suso titolari è un insulto alla nostra pazienza. Kucka è una operazione che non ha un senso logico. Trattare ed offrire 10 milioni per Soriano non deve nemmeno passare per l'anticamera del cervello. Non siamo certamente amanti delle curve e delle loro logiche da stadio, ma ci troviamo d'accordo con la contestazione rivolta nei confronti di Adriano Galliani. La proprietà ha fatto quello che doveva fare, cioè mettere fondi (tantissimi) per rinforzare una squadra mediocre. Il suo dirigente principale ha passato l'estate nel rincorrere Kondogbia per poi ritrovarsi Bertolacci, nel interloquire in maniera imbarazzante con i vari Sabatini, Ferrero e Preziosi per poi costruire una squadra col centrocampo più scarso del campionato italiano. Questo Milan non è da Champions League. Strapagare un buon giocatore come Witsel non risolve un bel niente. Senza Ibrahimovic non si va da nessuna parte. Pretendiamo segnali forti da parte della proprietà. 



Andrea Rastelli 
Amazing Milan 

Nessun commento:

Posta un commento