Sinisa Mihajlovic: l'uomo della rinascita rossonera.

Sinisa Mihajlovic sarà l'allenatore del Milan nella stagione 2014/2015. Il serbo arriva ad allenare la squadra rossonera, dopo le ultime due brillanti stagioni vissute alla Sampdoria alla corte del pittoresco presidente Ferrero. 
Molti tifosi milanisti hanno espresso dubbi sulla scelta della società di Via Aldo Rossi, soprattutto per il passato interista di Mihajlovic e le frasi poco carine pronunciate nei nostri confronti, nel lontano e disgraziato anno calcistico 2010. Noi, al contrario di tanti, ci sentiamo di affermare che questa scelta può rivelarsi azzeccata per una serie di ragioni che ora vi proveremo a spiegare.

Sinisa ha personalità, è dotato di un carisma naturale che gli permetterà di ottenere il rispetto dei giocatori sin dal primo giorno di ritiro a Milanello.
Il Milan ha bisogno di un generale di ferro e lui ha tutte le caratteristiche giuste per poter svolgere alla perfezione questo ruolo.
Le sue squadre hanno sempre avuto un buon gioco e una discreta duttilità tattica. Mihaljovic non è un allenatore legato ad un modulo fisso come Mazzarri o Benitez, ha sempre modellato le sue squadre in base ai giocatori che aveva a disposizione, spremendo per più di una volta il sangue dalle rape, utilizzando un eufemismo calcistico. 
La  sua Sampdoria ha avuto una crescita costante negli ultimi due anni ed ha avuto sempre un'ottima fase difensiva, nonostante i giocatori fossero qualitativamente mediocri.

Un altro fattore che potrebbe incidere in maniera positiva sulla sua prossima avventura rossonera, è il fatto che lui centra poco e niente con tutto l'ambiente. E' un personaggio di rottura e tutto l'habitat Milan ha bisogno di cambiamento, dopo anni di frasi fatte e copioni visti e rivisti.
 

Ultimo punto, ma non in ordine d'importanza, che gioca a favore del serbo è la carriera che ha avuto da giocatore. Mihajlovic è un vincente, ha sempre vinto in squadre non abituate a vincere. Si è sempre guadagnato quello che ha ottenuto col lavoro e lo spirito di sacrificio. Pensiamo che questa sua etica lavorativa possa tradursi in maniera positiva anche qui da noi al Milan.
Utilizzando uno storico cavallo di battaglia di Silvio Berlusconi, ci sembra che Sinisa Mihajlovic sia il sarto giusto per l'alta boutique di moda calcistica rossonera. 


Andrea Rastelli
Amazing Milan 

Nessun commento:

Posta un commento