Udinese 2-1 Milan | Le pagelle!

DIEGO LOPEZ 6,5: L'unico giocatore "da Milan presente in rosa. L'unico che fa sempre il suo con continuità. Nel primo tempo bella parata su Di Natale. Incolpevole su i due gol bianconeri. 

ABATE 5,5: La solita prestazione all'Ignazio Abate. Se viene meno anche la corsa, è un giocatore di una mediocrità sconcertante.

 MEXES 6: Di riffa o di raffa si arrangia con mestiere. E' l'unico centrale di un certo spessore.

PALETTA 6: Nel primo tempo molto bene. Esce per infortunio. (Dal 46' RAMI 5: Non è concentrato e entra tardi in partita. Si perde l'uomo per l'ennesima volta in stagione.)

ANTONELLI 5: Sulla sua fascia gli esterni friulani fanno quello che vogliono. Mediocrità paritetica a quella del suo collega terzino sull'esterno destro.

DE JONG 5: In partite come queste, i suoi problemi di impostazione emergono in maniera preoccupante. Spirito ammirevole, tecnica rivedibile.

VAN GINKEL 5: Male come i suoi compagni di linea mediana. Poca personalità, tanti errori tecnici. Non è facile per lui inserirsi in un contesto del genere.

BONAVENTURA 5: Prestazione sulla linea delle ultime. In netta difficoltà per tutta la gara. Se viene a mancare lui, sono dolori. (Dal 74' DESTRO 5,5: Non combina nulla. Farlo entrare da partita in corso, non ha assolutamente senso.) 

SUSO 5: Partita assolutamente inconsistente. Valgono le stesse giustificazioni usate per Van Ginkel. Il contesto non l'aiuta.

PAZZINI 6: Il gol gli fa valere la sufficienza, a contorno di una prestazione passata a far la lotta con i centrali bianconeri. Apprezzabile, molto meglio rispetto al solito a cui purtroppo ci ha abituato.

MENEZ 4: Non sarebbe leader tecnico nemmeno al campetto con gli amici. I 16 gol più inutili della storia del calcio. Balotelli, al suo cospetto, era un trascinatore. Cedere, prima che sia troppo tardi.


INZAGHI 3: Ci vediamo costretti ad esprimere gli stessi giudizi. Si può perdere una partita di calcio, ma mai si dovrebbe perdere la dignità. Il suo Milan, durante questa stagione, ha rimediato figure ridicole. Sta allenando senza un briciolo di personalità. La società si dovrebbe vergognare per averlo confermato a Gennaio e per aver di conseguenza deciso di essere presa in giro per il resto della stagione. Siamo senza parole. Il nostro "Milan non esiste più, chissà se ritornerà.



Andrea Rastelli
Amazing Milan

Nessun commento:

Posta un commento