Milan 0-1 Lazio | Le pagelle!

ABBIATI 6: Molto probabilmente chiude la sua esperienza secolare con la maglia del Milan con una prestazione di squadra indecente. Nel primo tempo effettua una grande parata. Nel secondo tempo è spettatore non pagante di una partita sconcertante. 

ABATE 5,5: Lacune difensive imbarazzanti, da un suo folle retropassaggio nasce una potenziale grande occasione di Keita. Secondo tempo di grande cuore e volontà, però nel calcio serve anche un minimo di tecnica e lui ha mostrato abbondantemente negli anni di non averla.

ALEX 5,5: Si disimpegna come può, barcamenandosi alla meglio in una nave che piano piano affonda. Potrebbe fare di più. Molto meglio rispetto ad altri centrali difensivi che purtroppo abbiamo in rosa.

RAMI 5,5: Più o meno come il collega di reparto difensivo. Senza infamia e senza lode. Si perde nel disastro della partita.

ALBERTAZZI 4,5: Il suo errore costa il calcio di rigore poi in seguito realizzato da Biglia. Prova ad essere propositivo nel secondo tempo senza essere mai concreto e pungente. E' folle provarlo titolare nella gara più importante della stagione. (Dall'80 SUSO s.v: Il nostro auspicio è che questa stagione balorda non lo condizioni. Ha del bel potenziale.)

MONTOLIVO 4: Partita pessima di un giocatore che ha letteralmente stufato i tifosi rossoneri. Il primo ad andarsene negli spogliatoi dopo aver fatto schifo per 90' minuti. Si vergogni e torni alla Fiorentina, habitat naturale per uomini del genere. Il Milan deve essere un'altra cosa.

POLI 5: La solita prestazione generosa di un giocatore tecnicamente mediocre. Una mezzala dovrebbe fare molto di più. Lui più di questo striminzito mesto rendimento non ti da. Viene sostituito in maniera tardiva (Dal 79' VAN GINKEL s.v: Chiedere a questo ragazzo sempre infortunato di prendere in mano le redini del centrocampo in dieci minuti è come pretendere di spegnere un incendio con un bicchier d'acqua. Tornerà al Chelsea senza aver mai avuto la possibilità di giocarsi le sue carte. Complimenti a chi lo ha allenato.)

MUNTARI 5: La sua partita, per fortuna nostra e sua, è durata solo un tempo. Impresentabile ed improponibile. (Dal 51' HONDA 5,5: Appena sceso dall'aereo che lo ha riportato a Milano dopo l'ottima Asian Cup disputata in Australia, prova a dare un po' più di qualità ad una squadra piatta e piena di mediocrità. Paga logicamente la stanchezza nel finale.)

CERCI 5: Fumoso. Quasi sempre superfluo e banale nelle giocate. Si dia una mossa, abbiamo bisogno di qualcosa in più da lui.

MENEZ 6: Prova con le sue accelerazioni ad accendere una partita morta. Ha dei pregi e dei difetti, almeno al contrario di altri è un giocatore di calcio. Spirito apprezzabile. Uno dei pochi ad uscire a testa alta dopo questo mese pieno di vergogna.

PAZZINI 5: Un attaccante deve fare gol e lui non lo fa mai. La sua generosità è apprezzabile, i suoi limiti molto di meno. Giocatore che gode di un credito infinito ed immeritato. Il suo primo tiro in porta arriva al 90'. Complimenti a lui ed in generale alla squadra. 

INZAGHI s.v: Siamo molto in imbarazzo a dare un voto, anche perchè la negatività espressa in questo mese non ha un voto. Il suo Milan è un "mappazzone" calcistico mai visto. La sua squadra non gioca a calcio, è una squadra inoffensiva che fa schifo nella fase difensiva. Ha schifato il talento in estate a nome della mediocrità calcistica. Questi sono i risultati e sono del tutto meritati. Le sue parole da paraculo hanno stufato, gli consigliamo di dimettersi per il suo bene e per quello del Milan. 20 punti in 17 partite di campionato sono un ruolino di marcia che ti portano in zona retrocessione a lottare con squadre molto più vive della sua. 


Andrea Rastelli
Amazing Milan

Nessun commento:

Posta un commento