Milan 2-0 Udinese | Le pagelle!

DIEGO LOPEZ 6: In realtà la sua partita sarebbe da senza voto visto la pochezza dell'Udinese. Sarebbe curioso sapere cosa ne pensano i critici della prima ora. 

BONERA 6: Molto bene nel primo tempo. Spinge con costanza, soffrendo poco e niente. Nel secondo tempo soffre e va spesso in affanno. Rispetto alle prestazioni a cui ci aveva abituato in passato, una sciccheria.  

MEXES 6,5: Prestazione autoritaria. Da quando c'è lui in mezzo alla difesa rossonera la squadra continua a subire gol ma è sicuramente più affidabile e sicura. 

RAMI 6,5: Gli tolgono un gol che avrebbe sicuramente cambiato la partita. Da il solito contributo difensivo di grande qualità. Duttilità a servizio del Milan 

ARMERO 5,5: Interpreta il ruolo in maniera offensiva. Non sfigura nemmeno nella fase difensiva anche si rischia tanto su Badu. Ci farebbe piacere vederlo impiegato con più costanza. Al momento De Sciglio non da più garanzie di lui.

ESSIEN 6: La sua prestazione è sufficiente fino al momento in cui Valeri preso dalla compensazione tira fuori un secondo giallo inventato. Si fa vedere in fase conclusiva impensierendo il portiere friulano. 

VAN GINKEL 6: Senza infamia e senza lode. Non ci si aspettava la luna dal giovane prospetto olandese ma, qualcosa in più poteva fare. Qualche buona apertura verso i terzini. (Dal 88' MONTOLIVO: s.v) 

BONAVENTURA 6,5: Ennesima ottima prestazione del ragazzo bergamasco. Nettamente il giocatore più importante della squadra. Lavoro di raccordo fra il centrocampo e l'attacco lodevole. 

HONDA 6,5: Nel primo tempo è uno dei più pimpanti della squadra rossonera. Nel secondo tempo, come suo solito cala ma è sempre uno dei giocatori più pericolosi (Dal 80' s.t POLI : s.v) 

MENEZ 7,5: Quando è così continuo riesce ad essere devastante. Bravo a realizzare il rigore e nell'azione del raddoppio milanista. In posizione centrale segna con continuità. (Dal 80' s.t PAZZINI: 5 Inadeguato. Si mangia un gol clamoroso.) 

EL SHAARAWY 6: Un giocatore del genere non può fare l'esterno basso e non essere mai in zona gol. L'allenatore gli richiede quello e lui lo fa con diligenza ma quello non può essere il suo ruolo. Si rischia di svalutare un giocatore importante. 

INZAGHI 6,5: Bravo e fortunato. Bravo nel preparare la gara nel primo tempo durante il quale avrebbe meritato uno o due gol di vantaggio. Fortunato nel secondo tempo quando il rigore generoso gli sblocca una partita difficile. La squadra dal derby in poi sembra aver svoltato la stagione in maniera positiva. 


Andrea Rastelli 
Amazing Milan 

Nessun commento:

Posta un commento