Milan 2-0 Chievo | Le Pagelle!

ABBIATI 6: Non corre gravi pericoli e non commette errori. E’ bravo nel secondo tempo a partita quasi chiusa a chiudere in uscita su Meggiorini. Lo ritroveremo titolare anche dopo la sosta, perché i tempi di recupero di Diego Lopez si prolungano.

ABATE 6,5: Buona prestazione, sulla falsariga di quelle stagionali. Spinge con costanza e in difesa non commette errori. Avrebbe assolutamente meritato la chiamata in azzurro.

ALEX 6,5:
Rischia parecchio ad inizio gara su Maxi Lopez. Il suo pestone poteva essere valutato come calcio da rigore. Per il resto della gara è autoritario e non sbaglia un intervento. 3 gare giocate, 3 vittorie, non può essere un caso.

RAMI 5,5 Non è apparso brillante. In tante occasioni rischia troppo forzando giocate eccessive. Passo indietro vistoso rispetto la buona prestazione di Cesena.

DE SCIGLIO 6:
Non il miglior De Sciglio, ma almeno il prodotto del settore giovanile rossonero è autore di una prestazione sufficiente. Ha meriti di far allargare verso l’esterno Lazarevic nell’azione del contropiede del Chievo.

DE JONG 6: Soffre abbastanza nel primo tempo. Il cambio di modulo lo aiuta e nel secondo tempo riesce a migliorare. Nelle ultime 3 giornate in calo rispetto al folgorante avvio stagionale.

MUNTARI 6,5: Mezzo voto in più per il gol che mette in discesa una partita che poteva ingarbugliarsi parecchio. Solito contributo di sostanza a centrocampo, perde 2 palloni che potevano costare carissimo. Anche lui migliora con il cambio di modulo. (Dal 89’ ESSIEN: s.v)

BONAVENTURA 6,5: Stantuffo inesauribile sulla sinistra. Inizia da mezzala e finisce da ala. Molto predisposta alla fase offensiva. Sarà difficile toglierli il posto. Questo inizio di stagione gli è valso la chiamata nella nazionale azzurra.

HONDA 7: Il giocatore che tutti avrebbero voluto vedere anche nella gestione Seedorf. 4 gol stagionali, il giocatore più pericoloso del Milan assieme a Menez. Spina costante nei fianchi delle squadre avversarie. Finalmente giocatore vero. (Dal 81’, POLI: s.v)

MENEZ 6,5: Come altri giocatori rossoneri riesce ad incidere maggiormente con il cambio di modulo. Molto meglio in mezzo rispetto che a sinistra. Una sua giocata può infiammare una partita. Se gli lasci spazio ti può far sempre male.

TORRES 5,5: Pochi palloni disponibili. La condizione fisica non è apparsa ottimale. Passo indietro rispetto alle prestazioni di Empoli e Cesena. La sosta può solo fargli bene dal punto di vista atletico. (dal 74’, EL SHARAAWY 5,5: Qualche fiammata, poco altro da annotare.)


INZAGHI 6,5: Alti e bassi. Di positivo ci sono : la fase offensiva, la rivalutazione di un giocatore come Honda e la capacità di correggere la partita cambiando modulo. Di negativo c’è la predisposizione al rischio di questa squadra. Il Milan può prendere gol da chiunque e questo non va bene. Serve maggiore attenzione in vista delle partite con Verona e Fiorentina. 


Andrea Rastelli
AmazingMilan 

Nessun commento:

Posta un commento